Ucraina!

Oggi è la Festa nazionale dell’Ucraina. Mai come oggi bisogna confermare l’appoggio a questo Paese aggredito dalla Russia e obbligato a difendersi. E bisogna farlo in maniera cristallina di fronte a chi, con evidente logica filorussa che sia visibile o celata, continua da mesi una propaganda che sembra mettere in discussione la Resistenza degli ucraini e gli aiuti, compresa la fornitura di armi, che vengono assicurati.
So bene che l’appoggio a questo caposaldo europeo (e l’adesione all’Unione europea sarà la conferma) contro le mire espansionistiche della Russia significa – specie per il legame creatosi in materia energetica con responsabilità varie e forse aspetti corruttivi – dover affrontare sacrifici e rincari in diversi settori. Ma bisogna mantenere coerenza nella difesa dei nostri valori occidentali e non piegarsi ai ricatti e alle violenze di quel dittatore liberticida e di un Paese, la Russia, che accetta passivamente un regime autocratico.
La posta in gioco è importante e sarà interessante scrutare le posizioni che stanno emergendo in campagna elettorale.

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2021 Luciano Caveri